Nairobi (Kenya) per raggiungere il 100% di energia rinnovabile

Non si sta parlando di un’industrializzata nazione europea ma piuttosto a un leader continentale nel settore della green energy. Si tratta del Kenya, vero e proprio spiraglio di luce in una terra troppo spesso vituperata come l’Africa, pregna di risorse, e da qualche mese anche esempio da seguire per la produzione e l’utilizzo di energia verde.

Un progetto innovativo rende Nairobi esempio per tutto il continente. Oltre il 70% di energia a basse emissioni, 70 milioni di euro di risparmio. La conversione dell’acqua del mare in acqua potabile e sicura. Il 100% di rinnovabili entro il prossimo anno.

Kenya meraviglia della green energy africana: mega parco eolico con l’obiettivo 2020


365 turbine, per una produzione di 1,2 miliardi di chilowattora (KWh) di elettricità. Oltre il 70% di energia proveniente da fonti a basse emissioni di CO2. L’Italia nel mirino, l’obiettivo 2020 un traguardo da raggiungere e non un sogno.

La Turkana Wind Power si è infatti resa fautrice di un meraviglioso progetto che ha contribuito a rendere il Paese tra quelli con il tasso di crescita più alto di tutto il continente. Una leadership, quella di Nairobi, che si è sviluppata anche grazie al parco eolico costruito nei pressi del lago Turkana, che sta fornendo 310 MW di energia affidabile, rinnovabile ed economica alla rete nazionale.

Si tratta di un’iniziativa di carattere internazionale, che ha permesso al Kenya di risparmiare circa 70 milioni di euro per la produzione elettrica da combustibili fossili. Il Paese africano è al momento al nono posto nella classifica mondiale per capacità di energia installata, appena dietro l’Italia.

Un successo incredibile, intimamente correlato con lo sviluppo di tecnologie atte ad aumentare la diffusione dell’energia elettrica anche nelle zone dove questa rappresentava un miraggio, a incidere positivamente sull’economia nazionale, a creare nuovi posti di lavoro. Un esempio pratico di applicazione della logica green a problematiche di tutti i giorni è rappresentato senza dubbio dalla vera e propria sfida che l’ONG GivePower ha deciso di cogliere, costruendo il primo impianto di desalinizzazione dell’acqua a energia solare le coste della città di Kiunga. Convertire l’acqua dell’oceano in acqua potabile è possibile, fino a produrre 50mila litri di acqua sicura al giorno. Un grande vantaggio, in un Paese, il Kenya, dove l’acqua non c’è, e se c’è, non è sicura, ed è facile veicolo di malattie.

La strada per raggiungere il 100% di energie rinnovabili entro il 2020 è stata tracciata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2009-2018 A scuola di energia con Mr Kilowattora. All rights reserved.
Powered by ARGO